ALPI CARNICHE
 
 
234
 
 
SINTESI DEL PERCORSO Sauris – Casera Giaveada (Neveade) – Passo dello Zàuf
PUNTO DI PARTENZA Sauris di Sopra località Molini (quota 1241 m)
PUNTO DI ARRIVO Passo dello Zàuf (quota 2013 m)
DISLIVELLO IN SALITA 770 m
LUNGHEZZA 7 km
PUNTI DI APPOGGIO Casera Giaveada (Neveade)
DESCRIZIONE DEL PERCORSO:
Da Sàuris di Sopra (quota 1400 m) si segue la strada che scende in direzione della Val Lumiei (o anche per il sentiero segnavia209 dapprima attraverso i prati nei pressi della sciovia e poi nel bosco, sino a raggiungere un bivio a breve distanza dal fondovalle (quota 1130 m).
Si prosegue a destra lungo la strada che rimonta la Valle e, poco prima del termine della strada, si prende a sinistra il sentiero 209 che scende nell'alveo del torrente Lumiei.
Si attraversa quindi il Torrente nei pressi di un piccolo impianto idroelettrico e si prosegue lungo una valletta boscosa. AI bivio si lascia a destra la mulattiera per la Casera Mediana (segnavia209). Da qui ha inizio il sentiero 234, che prosegue, percorrendo ancora per un tratto il fondovalle.
Si attraversa il Rio D'Auenpoch che si costeggia per un tratto, si prende poi a salire decisamente in direzione Sud per la costa boscosa. Ci si porta quindi verso sinistra nel Vallone del Rio Bosclaf, che si sale sulla destra (Calvari) sino all'ampia e boscosa sella (quota 1605 m), posta a Sud del cocuzzolo della Pala di Forni. Oltre la sella, si scende in breve nel Rio Chiaranda, per poi in salita raggiungere la Casera Giaveada (Neveade) (quota 1684 m).
Il sentiero, si porta sul crinale che limita a Est la conca della Casera Giaveada e prosegue poi in leggera salita in direzione SudEst. AI Bivio successivo, si lascia a sinistra il sentiero 216 proveniente da Tavanelli, e si prosegue a destra, raggiungendo la cresta di spartiacque ed il Passo dello Zàuf (quota 2013 m).
TEMPI DI PERCORRENZA: 4 ore
Sauris di Sopra – Bivio località Molini: 30 minuti
Località Molini – Casera Giaveada (Neveade): 3 ore
Casera Giaveada (Neveade) – Passo dello Zàuf: 30 minuti